Direzione regionale Musei nazionali Toscana

Giornate Europee dell’Archeologia 2024. Visite guidate tematiche per adulti e bambini


https://museitoscana.cultura.gov.it/wp-content/uploads/2024/06/Museo-di-Villa-Guinigi-Cratere-attico-a-colonnette-con-Teseo-che-uccide-il-Minotauro.jpg

Date di apertura

Inizio evento
Fine evento

Sabato 15 giugno e domenica 16 giugno 2024. Visite comprese nel biglietto d'ingresso.

Il Museo nazionale di Villa Guinigi in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia presenta tre visite tematiche dedicate alla sezione archeologica ricca di reperti che ripercorre  le fasi più antiche della storia della città e del territorio, dall’età del ferro all’età imperiale romana.

Sabato 15 giugno, alle 16, Pasquale Focarile ed Elena Pontelli della Scuola IMT Alti Studi di Lucca presentano “Intrusioni spaziali al museo: il paesaggio protagonista” (max. 25 partecipanti)

Domenica 16 giugno, dalle 10.30 alle 12.00 circa, le famiglie con bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni avranno la possibilità di partecipare alla visita animata “Memorie del mondo antico al Museo di Villa Guinigi”, curata dal personale: un tour alla scoperta delle tracce del passato più remoto del territorio lucchese tra  i reperti archeologici conservati nelle sale al pianterreno del museo.

Sempre domenica 16 giugno, alle 12.00 è in programma la visita “Viaggio nelle antiche civiltà” a cura dello staff del museo (max 25 partecipanti)

I resti archeologici esposti ricostruiscono a partire dal VIII sec a.C. il passaggio tra la cultura villanoviana e quella tipicamente etrusca: oggetti di uso quotidiano e resti di sepolture cippi e corredi funebri provengono da abitati che si sviluppano nella piana lucchese lungo il fiume Auser, l’attuale Serchio insieme ad alcuni reperti provenienti da Pozzi di Seravezza (VII-VI sec. a.C.) e il ricco corredo della tomba di Rio Ralletta (470 a.C.) con un magnifico cratere attico a figure rosse, orecchini a bauletto, spillonefibule bronzetti votivi.

Al periodo della dominazione ligure (IV-III secolo a.C.) risalgono i frammenti di un elmofibule e borchie di cintura in bronzo e quattro tombe a cassetta, provenienti da Marlia, dotate di pregevole corredo di olle, fibule, fermatreccia, anelli, bracciali, armi e vasi  uccheroidi.

Infine molti oggetti in ceramica e, in gran parte, frammenti architettonici, provenienti da contesti pubblici, abitazioni private e necropoli testimoniano la fase dell’età romana di Lucca e del suo territorio in particolare i due pavimenti frammentari uno in coccio pesto e l’altro in mosaico, una base di ara marmorea con bucrani e festoni (I sec.) e un’urnetta marmorea di età augustea.

Per la visita “Memorie del mondo antico al Museo di Villa Guinigi” la prenotazione è obbligatoria, mentre è consigliata per le altre due visite guidate.

Per info: drm-tos.museilucchesi@cultura.gov.it oppure 0583/496033

 


Lucca – Museo nazionale di Villa Guinigi